Cremona (askanews) - Due persone sono state arrestate per gli incidenti che si sono verificati il 24 gennaio scorso a Cremona nel corso di una manifestazione nazionale antifascista indetta per protestare contro il ferimento grave di un militante del centro sociale cremonese Dordoni. In quell'occasione alcuni esponenti del Dordoni e di CasaPound, si scontrarono in prossimità dello stadio comunale, dove poco prima si era svolta la partita Cremonese-Mantova. Emilio Visigalli rimase in coma alcune settimane per le sprangate ricevute. Gli arresti sono stati eseguiti dagli agenti della questura di Cremona.