Milano, (TMNews) - La ripresa economica dell'area euro "sta perdendo slancio", ha dichiarato il presidente della Bce, Mario Draghi, durante una audizione al Parlamento europeo. "La crescita effettiva si è arrestata nel secondo trimestre" e i risultati delle indagini giunti durante l'estate "sono state più deboli del previsto".La Banca centrale europea prevede che l'inflazione dell'area valutaria si manterrà ai bassi livelli attuali nei in prossimi mesi, prima di iniziare a recuperare durante il 2015 e il 2016, ha aggiunto Draghi.L'Eurotower resta anche pronta ad avvalersi di altri strumenti straordinari, ed è anche disponibile a variare la mole degli strumenti non convenzionali se fosse necessario a scongiurare i rischi di un periodo di bassa inflazione eccessivamente prolungato.Il successo delle misure di politica monetaria decise dalla Bce, ha infine chiarito Draghi, dipende dal fatto che i paesi dell'area euro portino avanti le riforme strutturali di cui hanno bisogno, ma "non esiste nessun negoziato" tra le misure che l'istituzione decide e le riforme che ritiene necessarie.