Rho (askanews) - Due settimane di spettacoli ed eventi internazionali aperti al pubblico per stimolare i visitatori di Expo a riflettere sulla dimensione femminile di Expo 2015 e al tema "Nutrire il pianeta, energia per la vita". Dal 29 giugno al 10 luglio le donne sono protagoniste dell'Esposizione universale con "L'altra metà della Terra - Women's Weeks", iniziativa nata dal progetto Women for Expo.Ad aprire le due settimane è il Women's Forum, due giorni di incontri dal titolo "Nutrire un futuro sostenibile", organizzato da Women's Forum for the Economy and Society Italy e da Valore D con la partecipazione di Emma Bonino e Vandana Shiva. In prima fila e tra le fondatrici del progetto Women for Expo Diana Bracco, presidente di Expo e commissario del Padiglione Italia."Spero che a Dubai saremo tutte quante più forti di sinergie, conoscenze, capacità di fare rete salvaguardando la capacità di ciascuna di noi. Abbiamo un progetto di vita, società, non siamo tutte uguali e non vogliamo esserlo. Vogliamo uno spazio di espressione, di condivisione del potere, e non essere una categoria. Ognuna ha progetti diversi, persino in politica, nel progetto personale, c'è chi vuole essere madre e chi non se la sente, dobbiamo accettare la nostra diversità e farcene forza".Si tratta dell'inizio di un percorso, ha detto la Bonino, che si augura arrivi a Dubai 2020. "Il mio impegno - ha detto il commissario unico Giuseppe Sala - è che da qui in poi le Esposizioni universali avranno un contributo importante delle donne".Tra gli appuntamenti di queste settimane ci sono il 29 l'incontro con la scrittrice giapponese Banana Yoshimoto, il 30 giugno Serena Dandini presenta il suo progetto teatrale sul femminicidio "Ferite a morte". Gran finale la serata del 10 luglio con un incontro conviviale ospita 400 donne da oltre 40 Paesi del mondo, che sfilano sul Decumano per arrivare a piazza Italia, dove viene allestita una Tavola del mondo speciale.