Roma (askanews) - "Dobbiamo cancellare una vergogna, una grave vergogna e dire insieme: via ai vitalizi per gli ex parlamentari condannati in via definitiva per mafia e corruzione. Dire basta è fondamentale per ricostruire un rapporto di fiducia verso le istituzioni democratiche che hanno bisogno di chiarezza e di trasparenza. Oggi più che mai. Sono 500mila i cittadini che hanno assunto la loro parte di responsabilità firmando la petizione di Riparte il Futuro promossa da Libera e Gruppo Abele e che chiedono a voi parlamentari di assumervi la vostra parte di responsabilità. Insieme per cancellare questo privilegio assurdo per chi ha violato l articolo 54 della Costituzione, che obbliga ogni cittadino a cui vengono affidate funzioni pubbliche di assolverle 'con dignità e onore'. C'è bisogno di dare un segnale di coerenza, di assunzione di impegno forte di fronte ad un paese che è fortemente impoverito e che non puo' affrontare questa vergogna. Fate in fretta perchè abbiamo già perso troppo tempo".In un video appello Don Luigi Ciotti si rivolge ai Parlamentari in vista della convocazione del 7 maggio della riunione congiunta degli Uffici di presidenza di Camera e Senato sull'abolizione dei vitalizi ai parlamentari condannati con sentenza definitiva per gravi reati.