Bologna (askanews) - Il 21 marzo papa Francesco sarà a pranzo con i detenuti di Poggio Reale in visita a Scampia. E sarà in collegamento virtuale con Bologna dove si svolgerà la Giornata della memoria delle vittime di mafia promossa da Libera. Lo ha detto il fondatore di Libera, don Luigi Ciotti, ricordando l'impegno di Bergoglio contro la criminalità e la scomunica lanciata ai mafiosi nei mesi scorsi dalla Calabria."Il papa ritorna spesso sulla corruzione, sulla tratta, sullo sfruttamento delle donne nel mondo della prostituzione - ha detto don Ciotti a margine della presentazione della giornata del 21 marzo a Bologna - Non si stanca di ricordarci che dobbiamo assumerci di più la nostra responsabilità". E' "impressionante", secondo il prete, che "un uomo di Chiesa leghi la parola di Dio, da cui noi dobbiamo sempre partire, alla richiesta di verità e giustizia e denuncia chiamando per nome le responsabilità e i problemi".Ciotti ha ricordato l'incontro con il papa nel 2014, durante la veglia con i familiari delle vittime di mafia. "Mi fa piacere che il 21 marzo, in occasione delle celebrazioni della Giornata della memoria e dell'impegno, papa Francesco sarà a Scampia a Napoli - ha detto. Pranzerà con i detenuti di Poggio Reale. Va in una città meravigliosa ma anche amara, generosa ma che vive anche tante ferite. Mi fa estremamente piacere che il papa, mentre noi siamo qui a Bologna lui sarà a Napoli. Credo che ci sia un filo che ci deve legare sempre con i tanti familiari vittime della Camorra".