Roma, (askanews) - Automobilisti truffati a un impianto di distribuzione di carburante a Nola, Napoli. La Guardia di finanza, dopo una lunga attività investigativa e il monitoraggio di un impianto con un sistema di erogazione multiservice a otto pistole, in cui avvenivano anomale erogazioni di benzina, lo ha sequestrato.La frode scoperta, consisteva nel far risultare come erogato il carburante in realtà mai fuoriuscito dalla stazione di servizio. Già quando veniva estratta la pistola, sul display appariva un importo tra i 10 e i 50 centesimi di euro, quindi ogni automobilista si vedeva addebitato un quantitativo mai erogato, variabile tra 0,06 e 0,22 litri. Il gestore del distributore è stato deferito alla procura della repubblica di Nola per truffa e frode in commercio.Le Fiamme Gialle stanno accertando se l'ingegnoso sistema per alterare l'erogazione e il consumo effettivo del carburante sia stato adottato anche da altri impianti stradali, soprattutto in giorni di esodo estivo in cui aumentano le partenze e i rifornimenti.