New York, (TMNews) - Rivolta nei fast-food di New York, uno dei simboli degli Stati Uniti e punto di partenza per molti del sogno americano che spesso comincia con un lavoro dietro un banco di McDonald's, Domino's o Pizza hut. Centinaia di dipendenti hanno scioperato e sono scesi in piazza per far sapere che spesso il sogno comincia con un incubo pagato 8 dollari all'ora, circa 6 euro.Non a caso l'associazione che anima la protesta "Fast Food Forward" ha scelto come giorno della manifestazione l'anniversario dell'assassinio del leader dei diritti civili Martin Luther King. I lavoratori si sentono nuovi schiavi di un sistema che li obbliga ad un lavoro alienante per una paga da fame. Il reverendo King fu ucciso a Memphis dove stava partecipando ad una manifestazione di solidarietà con lo sciopero dei netturbini sottopagati.(Immagini Afp)