Città del Messico (TMNews) - Papa Benedetto XVI, secondo l'Osservatore Romano, organo d'informazione ufficiale del Vaticano, avrebbe deciso le sue dimissioni dopo il viaggio in Messico e Cuba nel marzo del 2012, risultato particolarmente faticoso. Il popolo cattolico messicano accolse Joseph Ratzinger con un bagno di folla e ora si dice sconvolto dalla notizia dell'abdicazione."E' sicuramente una sorpresa - dice Monsignor Eugenio Lira Rugarcia, presidente della conferenza episcopale messicana - dal 15esimo secolo non accadeva una cosa del genere però fa parte della storia, ora abbiamo una storia da raccontare alle generazioni future".Tra la gente serpeggiano sconcerto e malumore anche se, in vista del Conclave, aumentano le speranze che il prossimo Pontefice possa venire dall'America Latina."A me questo papa non è mai piaciuto - dice quest'uomo. Mi piaceva il precedente, quello sì... Ma questo con le sue scarpette rosse"."Per noi cattolici non è una cosa buona - aggiunge questo fedele - dobbiamo avere un esempio. E' come se un capitano abbandonasse la nave che affonda"."Penso che i tempi siano maturi per avere un Papa latinoamericano - conclude quest'uomo - perché sono moltissimi imessicani cattolici e mi piacerebbe vedere un papa messicano, spero proprio che accada". Comunque vadano le cose, tuttavia, è inevitabile che la scelta di Ratzinger incida pesantemente sul futuro stesso della Chiesa, scardinando schemi che, dai tempi di Celestino V, sembravano tabù infrangibili.(Immagini Afp)