Roma, (askanews) - "Abbiamo sempre detto che di fronte agli italiani che siamo un governo diverso dal passato. Guidi non ha commesso nessun tipo di reato ha fatto una telefonata che lei per prima ha ritenuto inopportuna. Quando una telefonata inopportuna la fece il ministro Cancellieri con un altro governo, tutti noi chiedemmo le dimissioni, che non arrivarono. Guidi è stata la prima a dare le dimissioni: è la prova che in Italia qualcosa è cambiato. Con noi le cose cambiano: chi sbaglia è il primo che va a casa". Lo ha sottolineato il premier Matteo Renzi, incontrando la stampa all'ambasciata italiana a Washington, sottolineando il senso politico delle dimissioni della ministro Federica Guidi."Quello per Tempa Rossa - ha rivendicato il premier - è un provvedimento giusto: porta posti di lavoro, una cosa sacrosanta da fare. E non ce ne vergognamo" perchè "io lavoro perchè si creino posti di lavoro".