Brasilia (askanews) - "Faccio un appello, mobilizzatevi e restate uniti e in pace". La presidente brasiliana Dilma Rousseff, vistosamente provata, ha invitato alla mobilitazione generale i suoi sostenitori dopo il voto del Senato brasiliano che ha deciso l'impeachment per lei, in seguito all'accusa di aver truccato i conti pubblici per nascondere la recessione."La lotta per la democrazia richiede costanza e dedizione", ha detto la presidente prima di aggiungere che non avrebbe mai pensato di dover combattere contro quello che ha definito "un colpo di Stato"."Quando un presidente è accusato di un crimine che non ha commesso non è impeachment, è un golpe", ha concluso, rivendicando la sua onestà nell'ultima dichiarazione dopo la notifica ufficiale della sospensione dall'incarico. "Lotterò con tutti i mezzi legali di cui dispongo per esercitare il mio mandato fino alla fine".A seguito del voto favorevole al processo per impeachment espresso dalla maggioranza dei senatori brasiliani dopo un dibattito di oltre 22 ore, Dilma è di fatto sospesa dal suo incarico per un massimo di 180 giorni, mentre si celebrerà il procedimento a suo carico. Potrà rimanere nella sua residenza ufficiale ed avrà diritto alla sanità e agli spostamenti con i mezzi ufficiali, ma con salario dimezzato.(immagini Afp)