Pyongyang (TMNews) - Nel 2010 queste immagini avevano fatto il giro del mondo: famiglie di coreani del Nord e del Sud divise dalla guerra che finalmente si reicontravano dopo anni, fra lacrime e abbracci. Da lì nessun'altra iniziativa del genere fino ad ora, quando a 4 anni di distanza i governi delle due Coree tornano a parlare della possibilità di organizzare incontri fra parenti divisi da uno dei confini più sorvegliati al mondo.Una questione delicata, che Pyongyang viene spesso accusata di usare come ricatto emotivo. Infatti dei colloqui fra le due parti c'erano già stati in agosto, l'idea era quella di far incontrare centinaia di persone nel mese successivo, ma all'ultimo momento la Corea del Nord si tirò indietro accusando il Sud di generiche ostilità nei suoi confronti e non se ne fece più niente.Il timore è che le famiglie rimangano deluse un'altra volta visto l'avvicinarsi delle esercitazioni militari fra Corea del Sud e Stati Uniti, previste a Febbraio, evento che alza fino al massimo la tensione fra Nord e Sud.