Roma, (askanews) - Dopo la diplomazia del ping pong e quella del basket, arriva quella del baseball e ancora una volta la distensione passa dallo sport. Il presidente americano, Barack Obama e quello cubano, Raul Castro, hanno assistito, fianco a fianco, a una partita amichevole di baseball tra la squadra cubana e quella americana. Senza cravatta e in versione sportiva, i due capi di Stato si sono divertiti allo Stadio dell'Avana, dove erano presenti anche la first lady Michelle Obama e le due figlie Malia e Sasha. Prima dell'inizio del match, lo stadio ha osservato un minuto di silenzio per le vittime del terribile attentato di Bruxelles."Siamo contenti di questo match - dice Raul Boloy, organizzatore della iniziativa - è un modo per intensificare le relazioni tra i due Paesi. Speriamo che in futuro ci saranno più partite tra i giocatori cubani e americani qui a Cuba".La partita è stata vinta dalla squadra americana per 4-1 ma in realtà entrambe le squadre sono risultate vincitrici nella diplomazia sportiva:"Non è il risultato che speravamo - dice scherzando questo tifoso cubano - ma ci siamo divertiti. Siamo fieri di assistere a una partita contro la squadra nord-americana, e che le relazioni migliorino, speriamo che tutto vada migliorando tra i due Paesi".