Roma, (TMNews) - Manlio Di Stefano, deputato del Movimento 5 Stelle, annuncia il no alla fiducia per le missioni italiane all'estero: "è un decreto che sperpera 620 milioni in missioni molte delle quali noi riteniamo di guerra e non di pace. Questi soldi si potrebbero spendere meglio per esempio per aiutare le piccole e medie imprese". In ogni caso il Movimento aveva chiesto lo spacchettamento e il voto sulle singole missioni: "la missione in Libano non è paragonabile alla missione Isaf in Afghanistan dove andiamo a partecipare ad azioni di guerra mentre in Libano portiamo realmente la pace".