Bari, 4 marzo - Come si risolvono i gap di finanziamenti nella regione Puglia? Secondo Eugenio Di Sciascio, rettore del Politecnico di Bari, il metodo va “sistematizzato” per premiare le best practice già prodotte dal territorio. “Bisogna restare però su temi ben chiari, senza disperdere i canali di finanziamento. Solo così chi è bravo può eccellere” dice Di Sciascio. Alcuni spinoff delle università pugliesi hanno centrato successi e finanziamenti notevoli. Altri non hanno retto alla verifica del mercato. Secondo Di Sciascio, però, l'obiettivo primario sta più nell'innovazione che nei risultati immediati: “Per gli spinoff c'è la classica death valley, ma è naturale che sia così. Gli spinoff sono qualcosa che deve nascere sulla base di un'idea innovativa e riuscire poi a diffonderla”. Di Sciascio sottolinea “l'ottimo rapporto” tra formazione e mondo aziendale nella sua università: “Il Politecnico ha un ottimo rapporto con le aziende, è un rapporto virtuoso per entrambi e soprattutto per i giovani. Fuga di cervelli? Noi prepariamo studenti per un mercato globale, ma le opportunità ci sono anche da noi”.