Milano, (TMNews) - Il riscatto dei detenuti del carcere di Bollate parte dai bambini. Carcerati ed ex carcerati del penitenziario milanese, si sono messi in gioco per realizzare la prima linea di giocattoli Vivawood, realizzata interamente in legno e presentata a Homi, la fiera dell'abitare presso il polo di Rho-Pero. A gestire questa iniziativa la cooperativa Estia, impegnata nel recupero di persone temporaneamente detenute. Anna Nicolai, responsabile marketing della cooperativa:"Vivawood nasce nella primavera del 2013 da un'idea della cooperativa Estia che gestisce la falegnameria del carcere di Bollate".Otto i prodotti che compongono l'intera linea, scelti al termine di una accurata selezione:"Abbiamo creato un concorso per questi toy designer che hanno realizzato dei progetti di giochi e complementi di arredo per l'infanzia. E la falegnameria di Bollate ha realizzato col supporto dell'istituto per la sicurezza del giocattolo ha realizzato questi prototipi". La prima produzione è Teseo, un appendino per bambini regolabile in base alla crescita dei più piccoli. Caratteristiche comuni a tutti i prodotti della linea:"Di giocattoli in legno se ne trovano tanti, per noi però l'importante è che fossero sicuri, belli ma soprattutto che dessero la possibilità al bambino di interagire col giocattolo".