Roma (askanews) - Il Marocco negli ultimi anni ha conosciuto una crescita importante nel settore del turismo golfistico e non a caso rappresenta una delle destinazioni preferite dai giocatori europei. La conferma arriva anche dal nono posto del Paese Nordafricano nella classifica dei luoghi più gettonati dai golfisti del Vecchio Continente. Non solo, ma l'associazione internazionale dei Tour operator del golf ha eletto Marrakech come migliore meta golfistica del 2015 dell'Africa, Paesi del Golfo e Oceano Indiano.Dal nord al sud del Paese, con il mutare dei territori cambiano anche i green. Così si va dal golf sotto al sole con Agadir e la regione del Souss che ha tre campi con 72 buche in totale e un'ampia scelta di attività balneari e di luoghi da scoprire, al golf alle pendici dell Atlante tra Amelkis e Marrakech, fino al golf nel cuore della cultura, con nove magnifici campi da golf per giocare immersi nelle capitali imperiali del regno Alauita.Ai microfoni di askanews Youssef Alaoui dell'ufficio nazionale Turismo del Marocco: "Oggi in Marocco il golf conosce uno sviluppo molto importante: ci sono 35 campi da golf dal nord al sud del Paese con differenti esperienze di gioco. Abbiamo 365 giorni di sole e quindi si può giocare a golf tutto l'anno. Siamo a due, tre ore di aereo dalle principali capitali europee e questo permette di venire in Marocco per una settimana di vacanza ma anche per un week end lungo all'insegna del golf".