Milano, (askanews) - È Miguel Angel Jimenez, designer di 34 anni originario del Messico, il vincitore del premio destinato da Intesa Sanpaolo a un emergente under 35 anni, nell'ambito della nona edizione del Salone Satellite award al Salone del Mobile di Milano. Per Intesa Sanpaolo questo premio rappresenta un'occasione in più per dimostrare il proprio sostegno non solo alle imprese, ma anche al loro futuro, i giovani, come ci racconta Fabrizio Pascazio, direttore commerciale imprese di Milano e provincia di Intesa Sanpaolo

"È il secondo anno consecutivo che siamo presenti come partner istituzionale del Salone del Mobile è un evento importantissimo, basta girare per Milano, è un lustro per la nostra città e per il Paese. Noi da sempre siamo a fianco del made in Italy e in particolare al fianco dei giovani facendo tantissime cose per loro a partire dal nostro centro per l'innovazione nel nostro grattacielo".

Jimenez, che dopo gli studi di architettura a Città del Messico ha frequentato un master al Politecnico di Milano, si è aggiudicato questo riconoscimento per la sua Claro, una libreria che si distingue per "leggerezza, semplicità, facilità di montaggio e trasporto ed economicità", come si legge nelle motivazioni del premio.

"Questo progetto è nato come una sfida personale: fare la libreria più leggera possibile in un materiale lavorabile - ci ha detto il designer - abbiamo scelto il compensato di legno che è molto sottile, solo 9 millimetri, così si percepiscono solo le linee".

Al giovane designer messicano Intesa Sanpaolo ha consegnato un assegno di 5mila euro e una sfera incisa dal designer Luca Trazzi, che richiama l'installazione Dandelion esposta alle Gallerie d'Italia per tutta la durata della Design week. "Questo premio - ha aggiunto - è qualcosa che non mi aspettavo ma è uno stimolo per continuare a fare il designer e cercare l'essenzialità nei nostri progetti. A volte ci chiedono se siamo orientali, ma no arriviamo dal Messico".

Proprio nello spirito del Salone Satellite, Intesa Sanpaolo ha scelto di premiare la creatività e l'innovazione di un giovane designer, sostenendo così un settore come quello del legno e dell'arredo che rappresenta un fiore all'occhiello della nostra economia, una eccellenza riconosciuta all'estero.

"Io sono particolarmente contento perchè per noi il settore del legno e dell'arredo è sempre stato un settore di punta nella banca - ha concluso Pascazio - anche se noi siamo a fianco di tutti i settori economici come partner finanziari affidabili nel tempo e per il loro futuro".

Nell ambito del SaloneSatellite Award la giuria, presieduta dal senior curator del MoMA di New York Paola Antonelli, ha premiato anche le quattro migliori creazioni di design esposte nell'area dedicata del Salone del Mobile. E per la prima volta quest'anno il primo premio è andato a un italiano il giovane designer cagliaritano Stefano Carta.