Con la mostra “Lina Bo Bardi-Architecture for All” allestita da Kazuyo Sejima, il museo Watari di Arte Contemporanea di Tokyo ha reso omaggio a una delle grandi figure dell'architettura e del design del Novecento. Sejima aveva gia' curato una mostra sulla designer italo-brasiliana alla Biennale: negli spazi triangolari su tre piani del Watari ha delineato un percorso panoramico affascinante sulle opere principali e la vita di una artistica che tra l'altro visito' il Giappone due volte ricevendone una notevole influenza. Ma il suo lavoro di promozione del potenziale culturale sociale di architettura e design gioca soprattutto sui poli integrati dell'italianita' originaria e della “brasilianita'” acquisita