Roma, (askanews) - Lavorano sul marciapiede tra centinaia di passanti, smog e animali, davanti alla fermata dell'autobus. Non sarà molto igienico ma in India, soprattutto nelle piccole città, andare da un dentista di strada è la normalità. Sono in pochi quelli che possono permettersi un dentista vero e proprio in uno studio. E a Bangalore, Allah Baksh, cura da anni una ventina di pazienti al giorno e sta insegnando il mestiere a suo figlio."Sono qui dal 1984, ho imparato da mio padre. Lavoro per milioni di persone che non hanno possibilità, da noi un singolo dente finto costa solo 50 rupie, poco più di 70 centesimi di euro"."Ma non possiamo essere rigidi sui prezzi - spiega - per una dentiera si parte da 1800 rupie - 25 euro - e si arriva a 800 - circa 11 - se il cliente tratta e non può permetterselo".In India i commercianti di strada come barbieri, calzolai e cuochi sono molto in voga. Ma per i dentisti negli ultimi anni la legge e più severa. Nelle grandi città ce ne sono molti meno perché ci sono più dentisti laureati, le possibilità aumentano e c'è maggior controllo sulle licenze. Diventa difficile quindi praticare la propria attività in strada. Ma nelle piccole città il lavoro di dentisti, per così dire improvvisati, che hanno imparato il mestiere dai genitori e lo fanno a poco prezzo, resta ancora l'unica soluzione per chi ha bisogno di cure.