Roma, (TMNews) - A Parigi c'è il giro sulla Senna con il Bateaux Mouches, a Londra si può scivolare sul Tamigi grazie a Bateaux London, ma a Roma la navigazione turistica sul Tevere è proibita. Degrado, tronchi, plastica e ogni genere di immondizia rendono pericoloso il corso del fiume della Capitale. Per questo la società Battelli di Roma non ha riavviato il servizio di navigazione. Le abbondanti precipitazioni e la forza delle piene del fiume hanno reso impraticabile il corso d'acqua come spiega Pica Villa di Battelli di Roma."Quest'anno la situazione è peggiorata, non è stato fatto nulla, l'ultima grande pulizia risale al 2008, gli arbusti sono pieni di rifiuti e tronchi che rendono pericolosa la navigazione, per questo abbiamo dovuto sospendere la navigazione"Per chi si affaccia dai ponti lungo il Tevere lo spettacolo è indegno, a pezzi la maggior parte dei pontili, ovunque c'è sporco e come se non bastasse sulle rive ci sono numerosi insediamenti illegali di immigrati. La navigazione del Tevere, introdotta dal 2003 aveva avuto un discreto successo tanto che in media ha avuto 40 mila passeggeri l'anno.Ora la palla passa alla nuova amministrazione regionale da cui dipende la manutenzione, per dare di nuovo dignità al grande fiume.