Napoli (TMNews) - Luigi De Magistris è stato sospeso dall'incarico di sindaco di Napoli dopo la condanna a un anno e tre mesi per abuso d'ufficio nel processo Why not. Una sospensione, conseguenza dell'applicazione della legge Severino, che durerà poco, secondo quanto sostenuto da De Magistris in una conferenza stampa dai toni accesi. "Non la vivo come un dramma, ma come un'opportunità per cercare di far comprendere quanto strada il nostro paese deve fare per evitare che una democrazia malata diventi regime".De Magistris ha definito l'Italia un paese marcio in cui lui viene considerato un pregiudicato solo per "non essersi girato dall'altra parte". E di dimissioni non se ne parla. "Qualcuno mi dice ti devi dimettere. No, ma non perché sono legato alla poltrona, piena di guai e rischi. Le dimissioni sono un fatto etico". Napoli è "una città che amo profondamente - ha aggiunto - e che voglio servire fino a maggio 2016".