Milano, (askanews) - Michele De Lucchi dice sì alla riapertura dei Navigli di Milano. A differenza di Gillo Dorfles, che aveva bocciato il progetto domenica sulla pagine del Corriere della sera, l'architetto, milanese d'adozione, la vede come una operazione positiva.

"Il tema è che cosa tenere e cosa buttare, cosa deve essere temporaneo e cosa permanente - ha detto ad askanews De Lucchi a margine della conferenza stampa di Domus, di cui è direttore dal gennaio 2018 - Io credo che questo dibattito tra questi due aspetti dell'esistenza sia cruciale e sia fondamentale per dare realtà ai pensieri e alle immagini che abbiamo in testa".

"Io credo che tutto possa essere più bello, più naturale, più adatto a noi uomini e al Pianeta. Quindi qualsiasi sforzo facciamo per rendere la nostra città più bella, più vivibile al tempo stesso più efficiente ma anche più umana funzioni bene - ha aggiunto - Non tutte le cose vanno prese per estremi, ma rivedere qualche specchio d'acqua in più a Milano possa fare bene e possa rispecchiare il cielo che speriamo sia più azzurro e più luminoso".