Milano, (askanews) - Suonare a Expo è stata "un'esperienza molto bella con un sacco di giovani" spettatori: così l'ha descritta Francesco De Gregori, reduce da un concerto sul sito espositivo. Un "bellissimo concerto in un posto straordinario, un'arena meravigliosa - lo ha descritto il cantautore ad askanews - l'Expo l'ho vista poco perchè quel giorno non è che potessi andare in giro, c'era talmente tanta gente. Però l'ho vista, prima ne avevo solo sentito parlare, mi è sembrata una gran bella cosa. Sono anche molto contento che alla fine si sia manifestato il fatto che è stato un grandissimo successo di pubblico. All'inizio era partita con tanti problemi, tanta cattiva stampa intorno, invece vedere che una realizzazione così importante in una città come Milano, in un Paese come l'Italia, è qualcosa di cui essere consapevoli e orgogliosi". Secondo De Gregori "è un vizio italiano quello di parlarci male addosso, dovremmo imparare dagli altri Paesi che fanno il contrario. Noi siamo sempre pronti a flagellarci, in questo caso chi sparava a zero sull'Expo aveva torto evidentemente".