Roma, (TMNews) - E' la sfida più grande per David Beckham: superare le critiche e le opposizioni al suo obiettivo di costruire uno stadio vicino al porto di Miami che potrà ospitare la sua nuova squadra di cui l'ex calciatore è diventato proprietario.Lo Spice Boy aveva infatti annunciato un piano per la costruzione di un grande stadio dal costo di svariati milioni di dollari e che può contenere 25mila tifosi. Il nuovo complesso ospiterebbe il "Major Soccer League", che il calciatore inglese vorrebbe lanciare entro il 2017.Ma il fuoriclasse ha incontrato non poche resistenze, principalmente da parte delle compagnie di navigazione, dagli enti del turismo e dai residenti locali, già preoccupati dal traffico spesso congestionato nella zona del porto e temono che l'apertura dello stadio possa ulteriormente aggravare la situazione della viabilità. Per gli operatori turistici, invece, la situazione potrebbe penalizzare le bellissime spiagge di Miami."Questo porto rappresenta la capitale delle crociere in tutto il mondo e partono navi per le Americhe - spiega il presidente del porto di Miami, John Fox - due cose per cui la nostra comunità è immensamente orgogliosa. Non vediamo come la costruzione di uno Stadio possa promuovere questi interessi".Attualmente il Porto di Miami riesce a dare lavoro a circa 207mila persone e rappresenta la seconda fonte di risorsa economica della zona.Immagini: Afp