Roma (Tmnews) - "Gli amici non si intercettano": lo ha ricordato in un'intervista negli studi di Tmnews, l'ambasciatore tedesco Reinhard Schaefers, dicendosi per niente "stupito" in merito al presunto scandalo di intercettazioni americane denunciato dalla talpa Edward Snowden. Il diplomatico, che è stato consigliere d'ambasciata a Mosca durante la Guerra Fredda, ha chiesto di fare tutte le verifiche possibili prima che si "crei un'ombra" nelle relazioni tra Stati Uniti ed Europa.