Roma, (askanews) - Anche il Nord Europa ricco e solidale mostra il suo lato xenofobo: la Danimarca ha sospeso mercoledì i collegamenti ferroviari con la Germania per fermare l'afflusso di "centinaia di migranti", collegamenti che sarebbero ora stati riaperti, secondo le tv locali.Ancora fermi, invece, i traghetti che imbarcano molti treni tra Germania e Danimarca.Mercoledì almeno due treni che trasportavano 200 rifugiati sono stati bloccati a Rodby, porto 135 chilometri a sud-ovest di Copenaghen collegato via traghetto alla Germania. Dal momento che si rifiutavano di chiedere asilo in Danimarca, le autorità hanno spiegato loro che in questo modo rischiavano di essere respinti verso la Germania.I migranti hanno affermato per lo più di voler raggiungere la Svezia, dove le norme sull'asilo sono più permissive.La polizia danese ha inoltre chiuso una parte di autostrada che attraversa Padborg, a ridosso della frontiera con la Germania, per garantire la sicurezza di circa 300 rifugiati che cercano di raggiungere a piedi la Svezia."Non venite in Danimarca" è il succo di un annuncio pubblicato dal governo di centro-destra danese su alcuni quotidiani libanesi per avvertire chi si mette in viaggio che il paese scandinavo ha ridotto i sussidi ai profughi del 50%.(immagini Afp)