Washington (askanews) - "Quello che ha detto Donald Trump lo squalifica dalla corsa alla presidenza". Il giudizio più duro al candidato repubblicano che vorrebbe impedire l'accesso negli Stati Uniti a tutti i musulmani è arrivato direttamente dalla Casa Bianca. Il portavoce ufficiale Josh Earnest ha definito la sua campagna elettorale "cinica", "piena di slogan vacui e bugie" e destinata a finire "nella pattumiera della storia".Le ultime dichiarazioni di Trump, che come arma per combattere il terrorismo ha proposto anche di chiudere Internet, hanno fatto infuriare tutti: oltre a Barack Obama e alle associazioni musulmane, anche gli altri candidati repubblicani alla corsa presidenziale e i leader di mezzo mondo, dal premier britannico David Cameron al presidente iraniano Hassan Rohani."Alcune persone dicono che i musulmani dovrebbero essere banditi dal loro Paese come mezzo per combattere il terrorismo. - ha detto - Questo è uno dei commenti più stravaganti nella storia. Loro sono quelli che hanno creato il terrorismo e lo hanno seminato in questa zona, a loro spese, con la loro gente, supportando qualche piccola regione."Intanto i sondaggi continuano a premiare la politica aggressiva e senza freni del miliardario uomo d'affari.