Roma (TMNews) - Dall'Italia una nuova speranza per curare le malattie genetiche mitocondriali. Un team di ricercatori della Sapienza e del CNR ha infatti individuato una molecola in grado di contrastare gli effetti di mutazioni nei geni mitocondriali, migliorando il metabolismo energetico e la vitalità delle cellule malate. È nel Dna mitocondriale che avvengono le mutazioni genetiche responsabili di gravi patologie per le quali non esiste ancora una terapia efficace.A essere colpiti sono principalmente i tessuti e gli organi che consumano più energia: cervello, muscoli, cuore.L importanza della scoperta è legata allo sviluppo di nuove prospettive terapeutiche contro le patologie mitocondriali, tutt ora incurabili, e alla disponibilità delle molecole individuate grazie alla facilità di sintetizzarle in laboratorio.