Napoli (askanews) - Si parla inglese, cinese, ucraino e polacco: a Napoli apre il primo ufficio postale multietnico. Allo sportello di Piazza Matteotti gli stranieri residenti da tanti anni o i molti turisti in visita a Napoli troveranno indicazioni scritte in diverse lingue e operatori in grado di parlare le lingue di diverse comunità. Roberto Minicucci, responsabile dell'area Sud di Poste Italiane: "Dobbiamo favorire questo processo di integrazione superando le barriere linguistiche con le etnie presenti sul territorio di Napoli. Abbiamo pensato a questo servizio per comprendere meglio le esigenze degli stranieri", ha spiegato.Agli sportelli si possono effettuare tutte le operazioni, spedizioni, pacchi ma anche i permessi di soggiorno. Gli operatori sono madrelingua o semplicemente conoscono bene la lingua straniera loro assegnata. Come è il caso di Maria Silvestri: "Io personalemente mi occupo dello sportello in lingua inglese. Tante persone arrivano per diversi servizi, sia madrelingua inglese e americana ma anche indiani o provenienti da altri Paesi anglofoni".Napoli, quindi, come nuova tappa di Poste Italiane in un progetto di adeguamento dei servizi a una clientela sempre più multietnica. L'Italia è seconda solo alla Francia per le rimesse verso i Paesi d'origine, con 6,7 miliardi nel 2013, dati Eurostat. Entro il 2015 è prevista l'apertura di circa 20 filiali multietniche sparse su tutto il territorio.