Roma, (askanews) - Grazie a un progetto di inclusione sociale, la vita di sette minorenni con precedenti penali è totalmente cambiata. Nell'ambito del percorso In.Gre., nato da una sinergia tra enti locali, istituto di formazione Apab e Centro di Giustizia Minorile, i ragazzi hanno intrapreso attività legate al giardinaggio, culminate nella produzione di una marmellata, di alta qualità, che inaugura il primo marchio di prodotti alimentari dei ragazzi dell'area penale esterna.L'Assessore della Regione Toscana, Stefania Saccardi: "E' il modo giusto per fare Welfare, non puntando sull'assistenzialismo, ma sul recupero, sull'inclusione sociale, sulla ricerca dell'autonomia.Visibilmente emozionati i sette ragazzi, come El Amine Benani: "Vorrei ringraziare davvero. Per me è un'occasione. Mi sento, come si dice? Come l'araba fenice che risorge".E grazie alle borse lavoro riconosciute da Regione Toscana e CGM, il loro cammino è solo agli inizi. Il direttore di Apab, Carlo Triarico: "Quattro aziende hanno voluto prendere questi ragazzi a lavorare. Noi speriamo che questo diventi un caso di scuola".