Pretoria (askanews) - Dal 20 ottobre Oscar Pistorius andrà agli arresti domiciliari. L'ex campione paralimpico, in carcere per aver ucciso la sua fidanzata Reeva Steenkamp, dunque sta per uscire di prigione.L'atleta sudafricano, privo delle gambe per una grave malformazione alla nascita che lo ha costretto a subire una doppia amputazione a soli 11 mesi di età, nel 2014 fu condannato a cinque anni di carcere dopo essere stato giudicato colpevole di omicidio colposo o preterintenzionale.Il 14 febbraio del 2013 Pistorius venne arrestato dalla polizia di Pretoria per aver sparato alla propria fidanzata, la modella trentenne Reeva Steenkamp, uccidendola. L'atleta ha sempre dichiarato di aver fatto fuoco per errore, dopo aver scambiato la fidanzata per un ladro.Soprannominato "Blade Runner", Pistorius detiene il record del mondo sui 100, 200 e 400 metri piani nelle gare per atleti disabili ma grazie alle sue protesi in carbonio, è stato anche il primo e unico atleta amputato capace di vincere una medaglia in una competizione iridata per normodotati, ottenendo l'argento con la staffetta 4 400 metri ai Mondiali di Daegu.(Immagini Afp)