Milano (askanews) - "Rendez vous en France", la nuova edizione del magazine per i viaggiatori che guardano alla vicina destinazione francese è dedicata all'Innovazione. Da Leonardo da Vinci, agli Impressionisti, alle stelle del design: l'innovazione è il filo rosso che lega una molteciplità di luoghi e storie raccontate nella rivista. Senza dimenticare il prossimo evento sportivo dei Campionati Europei di Calcio, ai quali è dedicato un inserto speciale, che porterà in Francia milioni di turisti."Con il magazine si può avere unaidea di quanto siano ricche, articolate, e complete le proposte delle destinazioni francesi e anche del dinamismo e dell'attualità dell'offerta culturale e sportiva delle nostre città. - spiega Frédéric Meyer, direttore di Atout France per l'Italia - Un'offerta per ogni tipo di visita, sia si tratti di un week end sia di un soggiorno più lungo nelle nostra regioni o città, senza dimenticare ovviamente le destinazioni d'oltremare".Tra gli ospiti più festeggiati nella serata, Super Victor, la mascotte degli Europei di Calcio, arrivato a Milano sul Tgv. E proprio il Tgv viene proposto come uno dei mezzi di trasporto ideali per raggiungere la Francia, soprattutto dal nord Italia. Sncf ha infatti potenziato la frequenza dei collegamenti in Tgv per il periodo degli Europei. Non solo: diverse sono le proposte e gli itinerari, illustrati nel magazine, anche per chi non è tifoso, come il treno degli Impressionisti in partenza ogni week end dalla Gare Saint-Lazare. "Abbiamo 1.100 Tgv che circoleranno nel periodo degli Europei - spiega Francesca Aceto, direttrice marketing Sncf Voyage Itali - ovvero circa il 30 per cento in più dei treni che abbiamo di solito, e con orari serali e notturni che permettono di rientrare anche dopo le partite: ci saranno Tgv anche a mezzanotte".Il 2016 segna il 500esimo anniversario dell'arrivo di Leonardo da Vinci in Francia: al genio toscano "Rendez vous en France", dedica la storia di copertina con un intervento anche dell'attore Massimiliano Finazzer Flory, che porterà in agosto il suo spettacolo "Essere Leonardo" a Clos Lucé dove Leonardo ha vissuto negli ultimi tre anni della sua vita."Rispetto al viaggio - dice Finazzer Flory - Leonardo ci racconta che il primo viaggio di cui abbiamo bisogno è un viaggio dentro noi stessi, dentro la nostra coscienza. Senza coscienza non possiamo neanche capire che la coscienza è in crisi. Ed è una coscienza che ha bisogno di viaggiare attraverso la storia e attraverso l'avvenire. La storia non è 'il passato', è la memoria. E l'avvenire non è 'il domani', ma l'immaginazione con la quale cambiare la nostra vita. Attraverso il coraggio del pensiero".