Roma, (askanews) - "L'apposizione della questione di fiducia da parte del Governo Renzi sulla legge elettorale è stata veramente una pagina nera e molto brutta per questo palazzo e per tutto il Paese. Non accadeva dai tempi di Mussolini e della legge truffa". A lanciare l'accusa in una dichiarazione ad askanews è la capogruppo del Movimento 5 stelle alla Camera, Fabiana Dadone."Purtroppo - ha aggiunto - la presidenza ha dato seguito alla richiesta di apposizione di fiducia, per cui ci troveremo in questi giorni a dover votare contro, perché la vera azione in questo caso non è fare azioni eclatanti come tanti ci chiedono ma spesso ci criticano ma votare contro"."Quindi spero che tutti, secondo coscienza, entrino qui, votino contro la fiducia e soprattutto contro il provvedimento nel voto finale, che dovrebbe essere a nostro giudizio palese perché - ha concluso Dadone - non bisogna nascondersi dietro il voto segreto ma avere il coraggio di dire di fronte agli italiani il perché di determinate scelte".