Milano, (askanews) - Capi di Stato e di governo da tutto il mondo, dagli italiani Matteo Renzi e Sergio Mattarella al premier israeliano Benjamin Netanyau, ma anche personalità non politiche di spicco come il segretario generale dell'Onu Ban-ki Moon, la regina e Spagna e la rockstar Bono degli U2. Sono più di 60 i capi di Stato e governo che nel corso dei 6 mesi hanno visitato l'Expo di Milano, per un totale di 300 visite istituzionali: l'Esposizione è stata al centro della diplomazia mondiale, si è discusso, oltre che di alimentazione e lotta alla povertà e allo spreco, di temi politici più ampi, dall'emergenza immigrazione alla questione Ucraina. Un ruolo attivo lo hanno giocato, anche se indirettamente, gli assenti come Papa Francesco e il presidente degli Stati Uniti Barack Obama: il pontefice in apertura ha lanciato in video messaggi che hanno tracciato la strada, la famiglia Obama c'era con la first lady Michelle e figlie.