Roma, (TMNews) - Secondo il deputato Pd Alfredo D'Attorre la vicenda dei 4 sottosegretari del partito nominati benché indagati va esaminata "caso per caso": "vediamo caso per caso" ha detto il deputato, "se basta un avviso di garanzia anche su vicende di abuso d'ufficio per l'impossibilità di svolgere ruoli pubblici credo che siamo in una situazione al di fuori di qualunque garantismo". E il caso del sottosegretario Gentile (Ncd), costretto alle dimissioni dalla pressione di Renzi due giorni dopo la nomina per la vicenda della presunta censura al quotidiano L'Ora di Calabria? "Il problema d'opportunità c'era rispetto al caso Gentile i cui comportamenti erano assolutamente inspiegabili ed è stato risolto" ha detto D'Attorre fuori da Montecitorio.