L'Avana (askanews) - Il presidente cubano Raul Castro ha decorato tre membri dei "Cuban Five", il gruppo di spie cubane condannate dalle autorità statunitensi nel 2001 e liberate, nell'ambito di un concordato scambio di prigionieri, dopo il ristabilimento delle relazioni diplomatiche tra il governo dell'Avana e quello di Washington.Sono stati ricevuti da Castro in uniforme da generale che li ha abbracciati e salutati come eroi della lotta contro il terrorismo. "Sono fiero di voi, ha detto, per la resistenza di cui avete dato prova, per il coraggio e l'esempio che ciò rappresenta per tutti"."Signor comandante, ha risposto al saluto di Castro Gerardo Hernandez, uno dei decorati, la decorazione che oggi riceviamo con orgoglio è anche vostra".I tre eroi della rivoluzione cubana facevano parte di un gruppo di cinque agenti arrestati nel settembre 1998, insieme ad altri 14 sospetti, e condannati tre anni dopo per spionaggio da un tribunale di Miami a pene varianti dall'ergastolo ai 21 anni di carcere. Tutti si sono dichiarati colpevoli di appartenere alla "Rete vespa", gruppo di spionaggio considerato dagli analisti come uno dei più efficaci schierati in territorio statunitense.L'Avana ha sempre ammesso che i cinque erano agenti dei suoi servizi segreti, respingendo però l'accusa di spionaggio e concedendo solo di averli infiltrati negli ambienti anticastristi della Florida per prevenire "atti di terrorismo contro Cuba".Nell'isola, ancora ufficialmente comunista, i tre sono celebrati come eroi nazionali e i loro manifesti decorano le strade delle più grandi città, salutandoli come "combattenti antiterroristi".(Immagini Afp)