Roma, (askanews) - "So che le riforme strutturali e il processo di consolidamento richiedono tempi relativamente lunghi, che non si possono realizzare in un anno", mentre "fare i compiti a casa è un'espressione sbagliata": lo ha dichiarato il professor Lars Feld, uno dei cinque "saggi dell'economia" tedeschi, ovvero membro del consiglio tedesco di esperti per la valutazione dello sviluppo macroeconomico. Askanews ha incontrato Feld a Villa Almone, residenza dell'ambasciatore tedesco in Italia, a margine di un colloquio sulle regole fiscali europee, chiedendogli di commentare la recente dichiarazione del premier Matteo Renzi, che ha avvertito: "Nel 2015 nessuno potrà più dire all'Italia di fare i compiti acasa". "Le riforme che il premier Renzi ha avviato sono molto estese.Se pensiamo alle riforme politiche e costituzionali, serviràparecchio tempo". "Fare i compiti a casa - ha detto Feld - è un'espressione sbagliata".Secondo Feld, definito dalla stampa tedesca "l'economista più influentedella Germania "vale sia per l'Italia che per la Francia, che per gli altri stati membri, che è nell'interesse dei singoli paesi portare avanti le riforme affinché si possa tornare a una maggiore crescita, a una minoredisoccupazione, e al benessere".