Lahore, Pakistan (askanews) - Diplomazie al lavoro per cercare di risolvere la drammatica crisi yemenita. I ministri degli Esteri di Pakistan e Iran dopo un incontro bilaterale a Lahore, in Pakistan, hanno dichiarato di voler facilitare un dialogo tra le parti in conflitto per trovare una soluzione politica alla crisi che dilania il paese, quadrante strategico della penisola arabica."Siamo chiaramente molto preoccupati dalla situazione in Yemen, ha detto Sartaj Aziz, responsabile della diplomazia pachistana. Tutte le parti in causa devono dimostrare una grande duttilità per porre fine a questo bagno di sangue e preparare il terreno a seri negoziati per risolvere la crisi".Sulla stessa lunghezza d'onda il ministro degli Esteri iraniano Mohammed Javad Zarif."Ora tocca agli yemeniti decidere come riuscire a risolvere la situazione, ha dichirato Zarif. Noi non possiamo che impegnarci a facilitarla. Come paese della regione, come paese che detiene una certa influenza, possiamo contribuire a raggiungere un risultato positivo".Lo Yemen da quasi un mese è sconvolto da una feroce guerra civile tra i ribelli sciiti delle milizie huthi filo-iraniane e le forze fedeli al presidente Abd Rabbo Mansour Hadi, deposto dai ribelli e fuggito via mare in Arabia Saudita. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità sono almeno 643 i morti e 2.226 i feriti nei combattimenti scoppiati in Yemen dal 19 marzo scorso.(Immagini Afp)