Londra (TMNews) - Londra è una delle centrali diplomatiche più importanti e prestigiose del mondo. Non meno di 150 tra ambasciate e organizzazioni internazionali trovano sede nella capitale britannica, per lo più nei quartieri più eleganti e riservati come Knightsbridge e Mayfair. Ma adesso molte di queste sedi stanno traslocando in edifici più spaziosi, in zone meno costose della città.Secondo i dati del mercato immobiliare, nei prossimi anni una dozzina di ambasciate verranno messe in vendita. Tra queste anche quella degli Stati Uniti che dopo oltre mezzo secolo lasceranno la prestigiosa sede di Mayfair per trasferirsi nell'avveniristico cubo in costruzione a Nine Elms, un'area tutt'altro che chic a sud del Tamigi. E presto saranno seguiti dalla Cina.Gli affari sono affari. Nei quartieri più eleganti gli edifici valgono il 30% in più come residenze private rispetto all'uso ufficio. E mentre Londra è diventata una calamita per i super-ricchi di tutto il mondo, anche la diplomazia in tempi di crisi deve fare i conti con i tagli di bilancio."venticinque anni fa, spiega Peter Wetherell, direttore di una grande impresa immobiliare londinese, eravamo tutti contenti nel vedere le ambasciate ospitate in questi edifici vecchio stile. Ora il trend è cambiato ed è bellissimo vedere queste case nel centro di Londra tornare alla destinazione originaria".Sarà. Resta il dubbio che si tratti dell'aggiornamento in tempo di crisi, e in chiave immobiliare, della favole della volpe e dell'uva.(Immagini Afp)