Isola del Giglio, (TMNews) - Le prime quattro-cinque ore saranno il periodo più critico dell'operazione di rotazione della Costa Concordia: lo dice il presidente dell'Osservatorio ambientale Maria Sargentini, che spiega anche le ragioni della criticità ai giornalisti al termine della riunione che ha dato il via libera all'operazione di domani mattina. Le criticità sono legate al distacco della nave dagli scogli, per quanto riguarda l'ambiente dipendono dagli sversamenti. La decisione di raddrizzare la nave, ha anche aggiunto il presidente, è stata presa all'unanimità durante la riunione tra la Protezione civile, l'osservatorio ambientale sulla Concordia e il consorzio Titan Micoperi.