Genova (TMNews) - "La cosa che più mi ha ferito è stata il sospetto che la mia azione fosse mossa da interessi di parte. Ci siamo mossi per perseguire l'interesse generale che era quello di portare via la nave dal Giglio nel tempo più breve e nella condizione di sicurezza maggiore". Lo ha detto il capo della Protezione civile a conclusione dell'operazione che ha riportato il relitto della nave Costa Concordia a Genova. Il riferimento è proprio alle polemiche sulla scelta del porto in cui smantellare la nave naufragata nel 2012.