Milano (TMNews) - I genitori italiani devono avere il diritto di poter dare ai propri figli il solo cognome della madre. Lo ha stabilito la Corte europea di Strasburgo per i diritti dell'uomo che ha condannato l'Italia per aver negato ad una coppia la facoltà di dare alla loro bambina il cognome della mamma e non del papà.Secondo la Corte la legge italiana viola il diritto di non discriminazione fra i coniugi e il diritto il rispetto per la privacy della vita di famiglia. Dunque la sentenza, definitiva fra 3 mesi, condanna l'Italia ad adottare riforme legislative o di altra natura per rimediare alla violazione riscontrata. Più volte anche la Cassazione aveva sottolineato l'arretratezza della legislazione "retaggio di una concezione patriarcale", sollecitando una svolta finora mai arrivata.Un piccolo passo avanti ci fu nel 2000 quando venne accordata la possibilità di aggiungere al cognome paterno quello materno, per la Corte europea iniziativa comunque non sufficiente a garantire l'eguaglianza fra i due genitori.