Roma, (TMNews) - Un funzionario pubblico e quattro imprenditori sono stati arrestati dalla Polizia di Palermo con l'accusa di corruzione nell'ambito dei procedimenti amministrativi per il rilascio e rinnovo delle autorizzazioni richieste per lo smaltimento dei rifiuti.L'indagine, iniziata nel 2011, è durata due anni ed è stata condotta dagli agenti di polizia di Palermo, con l'ausilio dei colleghi di Agrigento, in considerazione del coinvolgimento nell'indagine di due imprenditori nativi e operanti nell'agrigentino.Il funzionario 'infedele' interveniva sulle procedure connesse al rilascio dei provvedimenti, agevolando gli imprenditori e preservandoli dall'ordinaria attività di controllo e monitoraggio della pubblica amministrazioen sulle modalità di gestione delle discariche e dello smaltimento dei rifiuti, consentendo loro in questo modo di bypassare indenni tutti i controlli.