Seul (TMNews) - Un autobus e i turisti che prendono posto. Le immagini sono quelle di una classica gita, ma la destinazione, questa volta, è quantomeno inusuale. Destinazione della comitiva in torpedone è infatti il confine tra la Corea del Sud e la Corea del Nord, ossia, in questo momento, il confine più caldo al mondo, su cui si stendono le ombre tossiche di un possibile conflitto nucleare.Quella dei turisti per la Zona Demilitarizzata, comunque, non è una passione sostenuta solo dall'attuale crisi, anzi: dalla fine della guerra di Corea degli anni Cinquanta il confine del 38esimo parallelo ha sempre attirato migliaia di persone, forse per vedere almeno un'ombra del misterioso regine di Pyongyang, forse per provare il brivido del pericolo. E oggi, per i turisti della guerra, l'ipotesi del fungo atomico potrebbe addirittura rendere più appetibili questi inconsueti viaggi organizzati.