Parigi (askanews) - "Siamo la prima generazione a subire l'impatto del cambiamento climatico e l'ultima a poter fare qualcosa". Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama davanti ai 150 leader mondiali intervenuti alla cerimonia inaugurale della Conferenza sul clima di Parigi ha sottolineato l'importanza del vertice, una delle ultime occasioni per intervenire."Sono venuto qui personalmente, come leader della più grande economia del mondo, la seconda per emissioni, per dire che gli Stati Uniti non solo riconoscono il loro ruolo nel'aver creato il problema, noi prendiamo anche la responsabilità di fare qualcosa a riguardo", ha detto."Paesi sommersi, città abbandonate, campi che non crescono più, tensioni politiche che provocano nuovi conflitti e nuove ondate di persone disperate in cerca di salvezza in altre nazioni. Questo futuro non è quello in cui ci sono economie forti o i Paesi fragili possono trovare le loro fondamenta. Questo futuro è quello che noi abbiamo il potere di cambiare ora, ma solo se ci dimostriamo all'altezza".(Immagini Afp)