Roma, (askanews) - Una mostra molto controversa. Questo manichino rappresenta il cadavere di Michael Brown, ucciso dalla polizia a Ferguson in Missouri nell'agosto 2014. E' il pezzo centrale dell'esposizione "Svegliatevi: guardate la verità" in una galleria d'arte di Chicago.E non è piaciuto quasi a nessuno. Soprattutto alla famiglia del diciottenne che trova di pessimo gusto questo corpo riverso a terra.Michael, ucciso sebbene fosse disarmato, è stato uno di numerosi giovani neri morti nell'ultimo anno per mano della polizia, e il suo omicidio ha scatenato brucianti tensioni razziali tanto più che nessuno è stato processato.L'artista Ti Rock Moore afferma di voler esplorare il privilegio bianco, i vantaggi non meritati che le procura la sua pelle bianca.E la Gallery Guichard di Chicago ha come motto "arte che tocca l'anima" ma questa volta ha toccato soprattutto le sensibilità esacerbate della famiglia di Michael Brown.