Milano (askanews) - Continua in tutto il Nord-Est la caccia alla banda dell'Audi gialla fra segnalazioni, avvistamenti e falsi allarmi. Nella loro folle corsa i tre malviventi hanno provocato un incidente mortale costato la vita ad una donna e sono stati coinvolti in un conflitto a fuoco con la polizia.L'ultimo sviluppo, è una smentita: un ragazzo di origini albanesi si è presentato in questura dopo aver visto circolare una sua foto in cui veniva segnalato come uno dei tre ricercati. Alla presenza di un avvocato ha dimostrato che non c'entra niente con la faccenda, ma sarà comunque espulso perché privo di permesso di soggiorno.