Roma, (askanews) - Eleggere un presidente di centrodestra alla guida della Conferenza delle Regioni "potrebbe essere un tema di garanzia, così come avviene nelle Commissioni delle Camere". Lo ha spiegato il presidente della Regione Liguria e vicepresidente della Conferenza delle Regioni, Giovanni Toti, parlando della successione di Sergio Chiamparino alla guida del parlamentino dei governatori."Il ragionamento che ha fatto Maroni lo trovo sensato, non vorrei venisse colto come provocazione, mentre si discute la riforma costituzionale che prevede uno spostamento di poteri tra Stato e Regioni, un titolo V completamente diverso, un Senato completamente diverso, mentre abbiamo un piano pluriennale di finanza pubblica che in qualche modo penalizza molto le Regioni, aprire un confronto con il governo su qual è il ruolo e il pensiero di questa maggioranza politica circa l'istituzione 'regione' e avere un presidente espressione della minoranza politica, credo che sarebbe un buon modo di funzionare" ha dichirato Toti."Non è la prima volta che avviene - ha aggiunto - quando il centrodestra governava, diede il presidente di garanzia all'opposizione di allora, il Pd attuale".