Isola del Giglio (TMNews) - "Noi non abbiamo mai fatto azzardi sulla tempistica, perché tutte le proiezioni sono sempre saltate, però riteniamo indispensabile, dal nostro punto di vista, che nel primo semestre del 2014 la nave debba andare via." Così il sindaco dell'isola del Giglio, Sergio Ortelli, commentando il raddrizzamento della Costa Concordia."Era un momento determinante, che noi vivevamo con molta apprensione -ha detto Ortelli- perché il successo di oggi apre chiaramente la strada al successo di domani, che è un importante obiettivo: il desiderio di tornare ad essere quello che eravamo.Naturalmente tutto questo passa attraverso la nave che va via dall'isola come ci è arrivata."