Imus, (TMNews) - Nella cattedrale di Imus, nel cuore della città del cardinale filippino Luis Antonio Tagle, tra i candidati alla successione di Benedetto XVI, c'è fermento. I ragazzi della scuola cattolica fanno le prove per la consegna di un premio: insieme ai genitori sono tra i maggiori sostenitori del cardinale, che nella sua omelia della domenica dedica sempre una particolare attenzione ai giovani. "Dopo la messa i bambini corrono da lui e lo abbracciano. Ha un appeal speciale per i piccoli, ma anche per gli adulti".Per strada non è difficile trovare chi sostenga la sua candidatura a Papa. "Lui ha un cuore che gli permette di trasmettere a chiunque la parola di Dio. Quando ascoltiamo la messa sentiamo la presenza di Dio in lui"."E' davvero una brava persona, che aiuta tutti: aiuta la religione cattolica a crescere tra noi filippini". I suoi concittadini lo definiscono un uomo semplice, che preferisce muoversi con i mezzi pubblici. La casa di famiglia non è lontano dalla cattedrale: qui c'è anche il suo barbiere. Tagle arriva sempre con suo padre e si mette in fila con gli altri."Lui chiede sempre che tagli io i capelli, nè troppo lunghi nè troppo corti". La speranza diffusa nelle Filippine è che il nuovo Papa arrivi dall'Asia. "Se fosse lui - dice questa signora - saremmo davvero molto orgogliosi. Ci penserà lo Spirito Santo".(Immagini Afp)